martedì 20 ottobre 2009

Gassificatore

LAVORI IN CORSO.......SCUSATE



Il gassificatore nella sua forma più semplice é costituito da due cilindri e da due coni metallici, assemblati come in figura.
Nel reattore si possono distinguere quattro zone diverse, la zona di essiccazione, di pirolisi, di ossidazione e quella di riduzione.

1) Essiccazione: qui il legno viene essiccato ad opera del calore derivante dalla zona di pirolisi
2) Pirolisi: in questa fase, in seguito al calore generato dalla combustione, (in difetto d'ossigeno) che avviene subito sotto in corrispondenza degli ugelli dell'aria, si genera il gas. Dopo tale reazione la legna diventa carbone.
3) Ossidazione in questo punto del gassificatore il carbone viene ossidato liberando tutto il calore necessario alla reazione di pirolisi.
4) Riduzione in questo luogo vengono distrutte tutte le particelle di carbone eventualmente incombuste.

Esistono anche altri tipi di gassificatori che cambiano di forma, struttura e dimensione in base all'uso per cui sono destinati.
Stufe e caminetti di ultima generazione usano il principio della gassificazione.

Filtrarlo

Per filtrare il wood gas si può ricorrere a diversi tipi di filtri

1. Filtri a ciclone
2. Filtri ad acqua
3. Filtri a cippato

Il filtro ciclone è un cilindro nel quale il gas da filtrare entrando tangenzialmente crea un vortice che spinge le particelle di cenere contro le parei separandole dal wood gas ed in oltre tale filtro riesce anche ad abbattere le alte temperature, infatti la temperatura in entrata al filtro è di circa 400 C°, mentre in uscita uscita é di circa 220 C°

I filtri ad acqua hanno la particolarita di “lavare” i fumi, infatti all’interno di questo semplice oggettto il gas viene ripulito di tutte le particelle che sono presenti appesantendole e facendole condensare. Questo filtro va dimensionato in rapporto alla quantità di gas da pulire, ed in oltre pisogna prevedere una valvola di sfiato che possa impedire uno scoppio del filtro qualora la temperatura interna superi i 100 C°.

Il filtro a cippato è molto simile a quello ad acqua e presenta anche la stessa efficacia (leggermente inferiore), per questo motivo puo essere impiegato al suo posto.

Un buon sistema di filtraggio dovrebbe essere costituito da tutti e tre i filtri sopra descritti, collegati tra loro, sia per filtrare il woodgas, ma anche per raffreddarlo.
La configurazione ideale è la seguente:
filtro a ciclone, filtro a ciclone, filtro ad acqua, filtro a cippato. (vedi figura)
Collegando in questo modo i quatro elementi si ha una perfetta filtrazione del gas e l’abbattimento totale delle alte temperature.
I due filtri ciclone collegati in serie assicurano il completo filtraggio delle ceneri, senza far condensare i catrami al loro interno, i quali condensano deltro al filtyro ad acqua, mentre il cippato provvede ad assorbire l’umidità che arriva dal filtro ad acqua.
Stufe e caminetti di ultima generazione usano il principio della gassificazione.

Cucinare

Il gas di legna non viene usato in cucina per il fatto che non é semplicissimo utilizzarlo.
Se costruiamo un fornello come questo V I D E O possiamo cucinare, ma solo in campeggio, infatti il difetto più grande del wood gas é la durata del fuoco. I normali fornelli a metano che utilizziamo tutti i giorni sono semplici da usare ed in oltre si spengono quando voliamo noi. Il fornello a wood gas invece si spegne appena finisce la legna (il che lo rende anche molto sicuro) quindi la soluzione logica sarebbe quella di costruire un fornello abbastanza capiente, da garantire almeno 1 ora di funzionamento e riempirlo di volta in volta in base a quanti minuti voliamo che rimanga acceso. oltre a quanto appena detto vi é anche un altro piccolo inconveniente il bruciatore che abbiamo visto nel video non prevede la modulazione della fiamma, almeno che non utilizziamo un modello più complesso come questo V I D E O quindi variando il voltaggio della ventola possiamo regolare la fiamma.
Non voglio assolutamente dire che non si possa utilizzare il wood gas in cucina, ma voglio solo ricordare che non é una cosa semplicissima, soprattutto se ad usarlo sono le donne.
Stufe e caminetti di ultima generazione usano il principio della gassificazione.